L'origine della collezione è da legarsi al museo privato istituito nel 1975 dal cav. Attilio Benetti, cui si deve la raccolta di tutto il materiale esposto.
Attualmente il museo, dopo essere passato di proprietà alla Comunità della Lessinia, espone fossili della regione e in particolare importanti esemplari provenienti dal Covolo e dalla Purga di Velo, sistemati in ordine cronologico. Di eccezionale importanza sono numerose ammoniti e un cranio di Orso speleo.
Numerosi sono i reperti geopaleontologici archeologici con riferimento soprattutto alla zona dei monti Lessini e della piattaforma di Trento.

Il museo è sorto con lo scopo di illustrare la geologia e la paleontologia dei Monti Lessini.
Non si poteva però tralasciare di dare un breve cenno agli avvenimenti geologici e paleontologici verificatesi sul nostro pianeta nei periodi precedenti alla formazione dei Lessini.

Ciò anche per capire a che punto era giunta l'evoluzione negli esseri viventi.
Reperti fossili di altre regioni sostituiscono i reperti dei Lessini malconservati, o che mancano per lacune stratigrafiche o che assumono una grande importanza dal punto di vista dell'evoluzione, come ad esempio il calco dell'Archaeopteris lithografica del Malm di Solnhofen che presenta caratteristiche sia dei Rettili che degli Uccelli.

Indirizzo Via Covolo, 1 - 37030 Velo Veronese (VR)
Telefono 0456516005
Tipologia Scienze Naturali
Proprietà Comunità Montana della Lessinia
Orari di apertura:
Dal 15 maggio al15 settembre: ore: 9,30-12,30 e 15,30-18,30
Dal 16/settembre al 14 maggio: sabato e domenica: ore. 10,30-12,00 e 14,00-16,00. Altri giorni su prenotazione

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito: http://212.41.201.110/musei/camposilvano/museo.htm